Datemi un bambino e vi solleverò il mondo

I miei desideri di casalinga disperata sono stati esauditi:

ho una asciugatrice! (ola sugli spalti!!) Il problema era farla passare con l’imballo in bagno (leggere= rimediare alla sciocchezza di non aver tolto l’imballo prima di incastrarla). Non si riusciva a sollevarla, perchè era pesante. Non si riusciva a  triscinarla, perchè la base di polistiolo era più larga dello spazio disponibile. Ovviamente uno dei bambini era incastrato anche lui oltre questo muro di Berlino casalingo. “Chiamiamo Tizio!” “Chiama Caio!” e poi arriva lui: bello come il sole, eroe di sei anni,  laureato in costruzioni Lego che dice: “La inclinate da una parte e tagliate un pezzo di polistirolo, poi la inclinate dall’altra e togliete il resto!”

IL SALTO GENERAZIONE DA NOI E’ ARRIVATO. Vado in pensione.

“Visto che serve giocare con i Lego!?”

Annunci

2 pensieri su “Datemi un bambino e vi solleverò il mondo

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...