Come stimolare la voglia di studiare

I bambini non sono pigri. Come stimolare la voglia di studiare

Durante le vacanze ho letto un libro molto interessante sull’importanza della scrittura, sul collegamento tra le abilità grafico-motorie e il funzionamento della mente.  Apre gli occhi ai genitori sul perchè i bambini sono pigri, svogliati, disordinati, smemorati.  Mi è piaciuto per i consigli pratici contenuti e per i percorsi educativi suggeriti.

“Definire “pigro” un bambino significa non aver capito nulla di lui.” Quello che spesso chiamiamo “pigrizia” è in realtà uno stato psicofisico che ha delle ragioni accertabili, molto simili a ingranaggi inceppati, ad anelli deboli della catena che regola il buon funzionamento della mente e del corpo di ognuno di noi. MeI Levine, esperto dei problemi dell’apprendimento, individua otto cause di scarso rendimento, e le illustra una per una con il racconto di un caso esemplare…

Mi sono accorta con i compiti delle vacanze che condivido in pieno alcune tesi dell’autore:

– un insegnante con più di venti alunni non può seguire ogni bambino al banco, come può fare un genitore a casa

– i compiti a casa sono una grande occasione per affinare lo studio, se il genitore è attento e consapevole delle difficoltà che possono stare dietro alla pigrizia, alla smomoratezza ecc

– l’organizzazione mentale si impara

– l’educazione è la crescita di una personalità

– le abilità si conquistano in vari modi e la motricità è molto importante

– non ci sono percorsi educativi fissi, ogni talento umano ha il suo

Questo libro potrebbe essere un inno all’homeschooling, una guida per i genitori che vogliono farsi carico del loro ruolo di affiancamento nei compiti, ma soprattutto di educazione dei figli, consapevoli che anche loro devono imparare il loro ruolo.

Adeguando i consigli all’età dei miei bambini, ci dedicheremo molto alla motricità fine, iniando – come suggerisce il libro – dagli esercizi di calligrafia.

7 pensieri su “Come stimolare la voglia di studiare

  1. twins(bi)mamma

    me lo segno. grazie per la segnalazione…è un periodo che riesco a dedicarmi poco dal punto di vista di insegnamento ai twins..speriamo di recuperare..ciao

  2. Silvia

    Wow! Mi sembra davvero interessante da leggere, anche se non faccio homeschooling, ma ho a scuola dei bimbi che potrebbere sembrare “pigri”…
    Grazie della segnalazione.
    Silvia

  3. Giorgia

    Interessante. E se tu condividessi anche gli esercizi da fargli fare? La motricità fine é davvero importante e potrebbe essere interessante farglielo fare insieme e poi confrontare le impressioni, le strategie e le difficoltà incontrate.
    Grazie
    Giorgia dei mostri

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...