Chi conta, salta!

Proviamo a giocare in mezzo ai numeri.

Seguando un suggerimento arrivato sul blog, cercherò di invetare qualche gioco per familiarizzare con i numeri. In un pomeriggio in cui i bambini non erano per niente dell’umore di stare seduto alla scrivania (e capita spesso dopo la scuola!), abbiamo fatto quattro salti tra i  numeri.

Dopo qualche tentativo la soluzione migliore che reggesse ai loro salti è stata di recuperare i quadrotti gommati, togliere le sagome interne e inserire negli spazi vuoti un foglietto con un numero da 1 a 10.

 Il primo utilizzo è stato molto semplice: tiriamo il dado e contiamo quanti salti in più o in meno dovete fare. Erano così contenti di farmi vedere i salti che contavano tutti e due, il grande faceva i suoi conti prima per controllare e lo considero un grande successo.

La prossima volta cercherò una variante più articolata, ma credo che vorranno rifare ancora questo.

7 pensieri su “Chi conta, salta!

  1. vogliounamelablu

    sono contenta che sia stato utile! Sei stata bravissima a capire il punto di forza su cui fare leva!!!
    Se sono competitivi si potrebbe anche fare una specie di gioco dell’oca, in cui ad ogni casella corrisponde o un tranello o una piccola operazione: risolvendola si può avanzare o retrocedere del numero di posizioni calcolate. Ovviamente chi arriva prima, vince! Io te la butto lì.. non ho ancora verificato la fattibilità. Mi fido della tua creatività didattica!!!!

  2. Caffenero Autore articolo

    Non avevo ancora pensato al gioco dell’oca: mi piace molto come idea.
    Dopo aver visto le tue tombole (uno spettacolo! te lo ripeto!) questa notte mi sono sognata un gioco con delle rane, che proverò a realizzare questo fine settimana.
    Ciao

  3. vogliounamelablu

    anch’io mi sono sognata una cosa stanotte, per un progetto grafico di mio fratello. Stamattina mi sono attaccata al telefono per dirgliela.. chissà com’è venuta!? Sicuramente anche la tua idea sarà stupenda. Io pensavo di farci un post per sto gioco da tavola matematico, ma sono curiosa di vedere come la risolvi tu. Anche se secondo me la tua carta vincente è stato fare giocare i bimbi con tutto il corpo. Forse è meglio fare il gioco dell’oca sul pavimento, completando il percorso che hai fatto tu, in modo che i bambini camminino o saltino nelle caselle come se fossero loro le pedine! che ne pensi?

  4. mariangela

    Il gioco e’ sicuramente il modo migliore per imparare, a proposito del gioco dell’oca io ne ho creato uno fatto in casa per lo spelling in inglese che si puo’ scaricare dal mio sito.

  5. Caffenero Autore articolo

    Sono ancora ferma alla questione spazio in sala.
    Il gioco delle rane è diventato tutt’altro, sempre sognato di notte non so perchè! perchè non posso dormire anch’io? Domani vedrai le foto.

  6. Pingback: Ripassare matematica giocando | La scuola in soffitta – Il nostro homeschooling

Lascia un commento

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...