Circo: educativo o spaventoso?


Più volte ho usato il mezzo del circo per qualche attività in casa, perchè a noi il circo fondamentalmente piace. Facendolo in casa, imitando l’unica esperienza di spettacolo mai visto che era senza animali, la questione animalista proprio non ci riguarda. Qualche giorno fa sentivo una mamma parlare del valore del pagliaccio (si riferiva a Patch Adams) mentre tutte le altre mamme le davano contro raccontando del terrore che a loro e ai loro figli ha sempre fatto questa figura. Cosa ne pensate voi? Avete mai giocato al circo con i vostri bambini? Legge qualche libro ambientato nel circo? Vi siete mai truccati come pagliacci? E’ servito a superare qualche paura o solo a crearne? E il Cirque du soleil? Sono sempre più diffusi i corsi per bambini che usano il tema del circo per attività psicomotire, manuali, teatrali, li avete mai frequentati?

Annunci

8 pensieri su “Circo: educativo o spaventoso?

  1. Pingback: Circo: educativo o spaventoso? « La scuola in soffitta

  2. Anna&Ipa

    Intanto complimenti per il blog, che quando posso vengo a visitare e mi sta offrendo un sacco di spunti di riflessione. Una domanda: in che senso le motivazioni animaliste non vi riguardano? Purtroppo nei libri da bimbi e nel coinvolgimento delle scolaresche mi risulta che la presenza degli animali ci sia eccome..Ne parliamo?

  3. mammachetesta

    Mi accodo al gruppo di mamme coi bimbi terrorizzati.
    Abbiamo provato una volta e da quando Belvetta ha visto il pagliaccio non si riesce più a farla avvicinare manco ai cartelloni.
    Il pagliaccio è un personaggio difficile secondo me: così triste nella sua allegria, sempre sgridato e picchiato da tutti…credo ci voglia una certa età per capirne anche la magia.

  4. Caffenero Autore articolo

    Ciao, le questioni animaliste non rientrano nel tipo di circo di cui vorrei parlare. Ho sempre scritto solo del circo con i pagliacci e mi riferivo infatti solo a loro, quindi alla simpatia/antipatia verso questo personaggio non verso il circo con gli animali. Pensa al modello “Cirque du soleil”.

  5. Caffenero Autore articolo

    Ciao, invece con le acrobazie come va? a me piaceva l’idea di fare le capriole, i giochi con gli attrezzi, le copriole, da piccola mi piaceva questa idea di circo.

  6. Anna&Ipa

    Come modello pensavo proprio a quello. Credo di aver capito cosa intendi. Certamente è importante dare esempi in positivo. Io personalmente – mia figlia ha 28 mesi – avevo più in mente come affrontare quelli in negativo..perché il mio immaginario, al momento, è soprattutto quello. Grazie per le idee, davvero tanti spunti.

  7. Caffenero Autore articolo

    A me sembrano due aspetti tanto diversi del circo (quello con animali e quello solo artisti) che è come parlare di sandali e doposci.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...