Un modo divertente per imparare l’inglese

Ai miei bambini è piaciuto tantissimo. Dopo averlo rivisto 3 volte mi hanno chiesto di aggiungere altri animali e di imparare anche i nomi degli oggetti di casa.

ISTRUZIONI:

Scaricate il PDF sui vostri pc e guardatelo con i figli. Ogni sequenza va presentata in questo modo:

1- visualizzando l’immagine dell’animale, pronunciatene il nome in inglese, più volte;

2- visualizzando la pagina successiva, chiedete: “What is this?”

Piano piano, quindi nelle volte successive in cui lo vedrete, inviate i bambini ad aggiungere anche l’articolo, “A lion”.

Il preferito di bimbo 1 è stato il lupo, mentre bimbo 2 ce lo siamo perso nelle risate quando ha visto il cavallo.

Guardatelo anche voi: animals_short

Ho utilizzato fotografie in rete che sembravano libere, se qualcuno è a conoscenza di un motivo per toglierle, mi scriva pure e lo farò subito.

Annunci

6 pensieri su “Un modo divertente per imparare l’inglese

  1. Lorma

    Ti ho trovato attraverso Mammafelice (…la casetta delle bambole). Bel blog. Post interessanti. Un pò mi identifico in te per tutto il lavoro fatto a casa durante il primo anno della primaria. Ci sono passata anch’io perchè ho fatto frequentare a mia figlia piccola la prima a 5 anni e mezzo. Tanto lavoro svolto a casa nei primi mesi e poi le maestre hanno detto, a fine anno:”Che brava, lavora da sola con ottimi risultati” . Già sentito? Ora andrà in quarta e lavora quasi sempre a casa da sola. Non ho molto tempo per seguirla e sprigionare un pò di interesse per la scuola che lei giudica noiosa (a parte la ricreazione…).
    Ora che ti ho scoperto ti seguirò di frequente.
    Lorma

  2. Caffenero Autore articolo

    Non abbandonarla! Spero di riuscirti a suggerire qualche idea anche per la tua bambina.
    L’impegno di seguire i figli nella scuola è grande, se va tutto bene (il programma viene svolto, la scuola funziona) non serve neanche tanto, ma bisogna sempre essere pronti a rientrare in azione appena iniza a diminuire l’amore per la scuola.
    Questo periodo di vacanza, magari può essere utile per fare qualcosa con lei, no?

  3. Pingback: Come insegnare l’inglese a casa « La scuola in soffitta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...