A regola d’arte – i Laboratori-Atelier della Scala di Milano

Grazie alla giornata del FAI siamo entrati nei Laboratori-Atelier della Scala,  dove vengono preparate le scenografie e i costumi di scena per gli spettacoli. E’ un mondo dove regna davvero il motto “a regola d’arte”: tutto è realizzato a mano, con passione e grande maestria. La nostra bravissima guida era una ragazza che sta frequentando la scuola di scenografia. Ci raccontava il suo percorso di studi, la pazienza con cui si aspetta di aver perfezionato l’uso delle mani per passare alla fatica successiva. Un vero apprendistato, come una volta si diceva “andare a bottega”. I bambini sono rimasti estasiati nel guaradre questo mondo di Gulliver dalle passerelle sospese, con sotto righelli da 4 metri, tavolozze grandi come un carrello della spesa e pennelli simili a spazzoloni. Non si può immaginare il lavoro che sta dietro uno spettacolo teatrale, la maestria con cui si realizza un bosco in polistirolo o un finto pavimento dipinto, per non parlare di costumi e gioielli. Quello che più mi ha colpito e che abbiamo eletto come emblema del fare le cose a regola d’arte è la neve. Sembra che ogni tanto quando avanza tempo agli studenti venga chiesto di andare a fare la neve. La neve alla Scala è rigorosamente realizzata a mano, tagliando triangolini (2cmx2cm circa) di carta velina. Non può essere fatta diversamente, i coriandoli non renderebbero lo stesso effetto. Ne servono sacchi e sacchi che vengono messi via in attesa di spettacoli come lo Schiaccianoci in cui se ne usa tantissima, deve svolazzare leggera e non si recupera. Che mondo affasciante! Ma soprattutto che bello aver trovato qualcuno così appassionato!

(Immagine da qui: http://www.culturaitalia.it/opencms/it/contenuti/percorsi/Caccia_ai_tesori_con_la_Giornata_Fai_di_Primavera/Archeologia_industriale.html?language=it&tematica=Temi&selected=3)

Annunci

4 pensieri su “A regola d’arte – i Laboratori-Atelier della Scala di Milano

  1. Caffenero Autore articolo

    anche io avevo questa meta in lista da un bel po’ e finalmente c’è stata l’occasione. L’anno prossimo sempre con il FAI ho già pensato cosa andremo a vedere, a meno che non ci sia occasione prima (a volte fare la fila è utile: si sentono dei bei suggerimenti.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...