Archeopark, un salto nella preistoria

VIAGGI – Un salto indietro nel tempo fino alla preistoria, scoprendo quello che i libri di storia a volte non dicono. Siamo andati all’Archeopark di Darfo- Boario.

Entriamo nel grande ingresso dell’Archeopark e tutto sembra ancora normale, ma dopo un secondo piccolo cancello arriva la prima sorpresa.

Bellissimo questo piccolo lago tra le montagne, ma quelle cosa sono? zattere? canoe?

Cosa è successo alle case?

Sono palafitte in paglia. Ok! Cerchiamo subito una guida!

Il ragazzo che ci spiega cosa rappresenta questo villaggio è sicuramente molto preparato e fa vera divulgazione culturale: sfata false credenze, corregge nozioni errati, promuove il turismo didattico.

  

Archeopark è tutto finto: non c’è nemmeno un reperto autentico, se non le nozioni e la passione che ci trasmette. E’ stato costruito volutamente vicino al Parco delle Incisioni Rupestri per valorizzarle. Primo sito italiano inserito nell’elenco del Patrimonio dell’Umanità, il Parco delle Incisioni Rupestri è importantissimo per quantità e conservazione dei reperti, visitabile (all’estero molte grotte con incisioni e dipinti non sono più aperte al pubblico) eppure il meno frequentato dagli Italiani e dai lombardi stessi. Forse è difficile appassionarsi alla preistoria: ha quasi più teorie che reperti, erano tempi pieni di rischi, gli uomini morivano giovani e sembra che facessero poche cose perché nulla era ancora stato inventato.

  

L’Archeopark aiuta a creare un’immagine migliore di questo lunghissimo periodo storico. Come sempre i bambini che partecipano alle attività dei laboratori didattici capiscono e si appassionano.

  

Le spiegazioni della guida hanno affascinato noi grandi e nella mente dei bambini si sono fissate con tutte le attività che gli hanno proposto.

  

E’ sempre un po’ triste scoprire che i libri di storia non sono aggiornati, quindi ben vengano queste occasioni per rimettere a posto le nozioni. Lo sapete da dove viene il rosso che usavano per dipingere? e il verde?

Non posso metterci la mano sul fuoco dicendo che i bambini ricorderanno più le attività dei giochi sulle zattere, in canoa, nel labirinto 

o sulle funi 

però vi garantisco che il lavoretto in creta è stato fatto e portato a casa con molto orgoglio.

 

Annunci

7 pensieri su “Archeopark, un salto nella preistoria

  1. Nene

    Ci sono andata la scorsa settimana con la mia classe terza ed ê stata una bella esperienza oltre a un bel “giro” nel tempo!

  2. Pingback: Come estrarre i colori dai vegetali | La scuola in soffitta

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...