Coltivare la razionalità

razionalita“Ragiona!” è un rimprovero che ha senso se prima abbiamo insegnato ai bambini la razionalità. Come si insegna? E’ una questione di logica? Un po’. E’ questione di conoscenza? Non sempre. E’ questione di filosofia? A volte.

Elencare le occasioni in cui gli adulti sono irrazionali potrebbe essere un metodo per insegnare la razionalità da esempi in cui manca. E’ un buon inizio, ma dubito che l’elenco possa comprendere situazioni in cui si possano rispecchiare i bambini o i ragazzi.

Sicuramente l’elenco delle riflessioni da suggerire non è breve e nemmeno semplice. Sarà un argomento su cui tornerò sicuramente, il mio primo elenco è questo:

  • SCUOLA – Studiare non è leggere: non basta leggere una pagina per dire averla studiata, per ragionare su un argomento serve porsi delle domande, azzardare dei collegamenti con altre nozioni, cercare corrispondenze con la realtà, con i libri letti o i luoghi visitati. 
  • MEDICINA – Le medicine non fanno miracoli: tema complesso, ma mi interessa il lato pericoloso. E’ vero che gli antipiretici funzionano, ma è anche vero che non tutte le medicine sono necessarie o adatte a ognuno di noi (io colleziono allergie). Quando un bambino mi chiede una medicina per la febbre, non la nego, ma quando la chiede per il mal di pancia, vorrei che il suo ragionamento non fosse tanto scontato e immediato (male = medicina). Medicine miracolose non esistono, di pericolose sì e se la riflessione inizia prima, forse da grandi ne prenderanno di meno.
  • PUBBLICITA’ – Bisogna ragionare sugli scherzi delle parole: Rimando a un articolo di Igor Vitale che spiega benissimo i trabocchetti della pubblicità a cui sono esposti i bambini; potete leggerlo qui.
  • RAPPORTI SOCIALI – Empatia vuol dire fermarsi e cercare di capire: è semplice e veloce reagire male di fronte a quello che percepiamo come uno sgarbo, un atteggiamento più riflessivo che ne cerca le cause si insegna ragionando sulle discussioni con i compagni, sulle reazioni ai rimproveri delle maestre o nei rapporti con i fratelli.
  • FORTUNA – Non è applicabile ai voti: Non si prendono brutti voti per sfortuna e c’è poco da discutere. Ragionare sulla fortuna vuol dire sostituire la realtà del caso al vittimismo.
  • ESPERIMENTI – Se non c’è la risposta si può cercare: giorni fa i miei figli discutevano in auto sul colore delle foglie cadute (hanno 8 e quasi 4 anni). Uno sosteneva di aver viste gialle e l’altro nere. Non sono intervenuta con la risposta. Li ho mandati in giardino a raccogliere le foglie, li ho aiutati a creare vari ambienti in cui alloggiare le foglie per qualche giorno (umido, in acqua dolce, in acqua salata, all’aria, al buio). Dopo una settimana hanno capito di aver avuto ragione entrambi, ma lo scopo era insegnare un metodo di ragionamento.

P1140925

Altre idee? Situazioni su cui riflettere? Link?

Annunci

Un pensiero su “Coltivare la razionalità

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...