Brain, la mostra che cambia il tuo rapporto con il pensiero

12. Communications hub-RMA Milano è stata inagurata il 18 ottobre la mostra “Brain. Il cervello:
istruzioni per l’uso”
, che spiega il funzionamento del cervello. Siamo andati a visitarla. L’esperienza dell’allestimento, gli esperimenti e le informazioni cambieranno il vostro rapporto con il pensiero.

Siamo al piano terra del Museo di Storia Naturale di Milano, in Corso Venezia 55, molto frequentato dalle famiglie milanesi che portano i bambini a vedere le meraviglie della natura. Da pochi giorni è possibile visitare una mostra che ha un forte impatto coinvolgente per la bellezza degli allestimenti creati. Il tema affrontato è il cervello, da ogni punto di vista: apprendimento, intelligenza, emozioni, pensiero e memoria.

07. Emotions Projection-DF

Si entra in un corridoio buio. Dal soffitto pendono dei fili illuminati a intermittenza, come scariche elettriche di diversi colori. E’ il cervello, presentato come fulcro del sistema nervoso che funziona con bassi livelli di elettricità.

01. Bundle of nerves-DF

E’ subito fascino. I bambini rimangono incantati da questi fasci di nervi che ci circondano. Stiamo entrando nel cervello e l’effetto spettacolare della mostra è già dichiarato.

Nella prima sala abbiamo un allestimento circolare di pannelli che introducono l’argomento da un punto di vista scientifico: come funziona il nostro  cervello? come percepisce il mondo esterno? Possiamo sperimentare come si ricompongono le immagini visive e lasciarci prendere scherzosamente in giro da un esperimento sull’udito. Nel frattempo alle nostre spalle, parte un filmato: è il Multimedia Brain Theater, una video presentazione del funzionamento del cervello supportata da un grande plastico che si illumina di colori diversi per identificare le sezioni del cervello coinvolte di volta in volta.

02. Brain theater-DF

Nel video seguiamo una ballerina, che si sottopone alla prova di ammissione per la Julliard School. La proiezione spiega le emozioni, il recupero delle informazioni necessarie, la concentrazione ed è sincronizzato con un plastico in resina di grandi di dimensioni che permette di visualizzare le rispettive aree celebrali coinvolte.

Sono molte le famiglie in visita alla mostra e l’argomento della sala successiva sembra dedicato a chi si interessa dell’apprendimento dei figli.

12. Communications hub-RM

Scopriamo che il bambino a cui è data la possibilità di imparare una seconda lingua durante l’infanzia memorizza le parole nella stessa area del cervello in cui conserva quelle della prima lingua. Chi apprende una seconda lingua in età successiva, andrà invece a memorizzarle in una zona diversa, rendendo più difficile l’attività di recupero delle informazioni.

11. Language acquisition-DF

Come funziona la memoria? Come riusciamo a creare quei collegamenti che in questo allestimento sembrano così veloci?

06. Neuron table-DF

E’ un argomento molto affascinante, spiegato con molta chiarezza sui pannelli e con gli esperimenti disponibili. Come mamma ne esco con dei consigli in tasca: avvicinare i bambini alla musica, allo sport e alla meditazione, ma anche sostenerli nella fase di apprendimento della letto-scrittura (scuola primaria) perchè è un passaggio di riconfigurazione del linguaggio.

Con grande scorrevolezza e chiarezza divulgativa si affronta il tema della memoria con i suoi deficit, delle nuove frontiere tecnologiche, del mantenimento di un cervello sano durante la vecchiaia.

L’ultimo allestimento sembra un film di fantascienza: è possibile vedere il funzionamento del cervello di una interprete di arabo, di un giocatore di pallacanestro e di un musicista.

19.  Brain lounge-RM

Una mostra spettacolare e di grande fascino. E’ importante parlare di pensiero,  intelligenza e degli stimoli per mantenerla negli anni.

Sarà possibile visitare la mostra fino al 13 aprile 2014.

CREDITS: Ringrazio l’Ufficio Stampa della mostra “Brain. Il cervello: istruzioni per l’uso” la concessione delle immagini inserite in questo post.

Annunci

10 pensieri su “Brain, la mostra che cambia il tuo rapporto con il pensiero

  1. Daniela Autore articolo

    Ciao, Marzia. I miei figli hanno 4 e 9 anni. Il più piccolo ha fatto tutti gli esperimenti, guardato i filmati e sì è stupito di vedere come è fatto il cervello. Il grande ha capito a cosa servivano gli esperimenti. L’effetto scenografico degli allestimenti è molto coinvolgente: sembra di entrare nell’astronave di Star Treck.

  2. Anna C.

    Ciao Daniela, grazie mille per la segnalazione, sembra essere molto interessante ed anche il prezzo e’ abbordabile (eur 14 1 adulto + 1 bambino).

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione / Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione / Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione / Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione / Modifica )

Connessione a %s...