Buoni propositi di una mamma

buoni_propositi

E’ arrivato il momento dei bilanci e dei buoni propositi. Si guarda indietro verso il 2013 ormai concluso e si tirano le somme. E’ un bilancio: bisogna essere precisi. Calcolate i chili presi durante le feste, sommate i fine settimane in cui avreste voluto dedicarvi alle pulizie senza riuscirci, aggiungete le ricette che avreste voluto provare per sentirvi un cuoco provetto come quelli in televisione, o una mamma quasi perfetta, e per ultimo non dimenticate di segnare il numero di camicie da stirare che rimane costantemente in arretrato. Servirebbe anche aver conservato la lista dei buoni propositi di inizio 2013 per spuntare ogni impegno che vi eravate prese, riportando in fondo alla colonna le mancanze. Tirate la riga e fate la somma. Se il risultato ricorda un po’ troppo la voce critica della suocera o della peggiore delle amiche, avete due possibilità: spostare abilmente tutti i vostri “peccati” del 2013 nella colonna dei buoni propositi per il 2014 e provarci un’altra volta oppure saltare a piedi pari la pratica autolesionistica di stilare bilanci di fine anno. Dopo tutto  se non avete fatto qualcosa ci sarà stato un ottimo motivo!

L’inizio di un nuovo anno non è l’occasione per riscaldare la minestra dell’anno precedente e vedere se diventa saporita. Non siete mai riuscite a fare ginnastica? pazienza! Se lo rimettete tra le promesse del 2014, saltellerete sicuramente fino a metà gennaio, e poi? Cambiate aspirazioni! Date aria nuova alle idee e ai desideri. Compilate una lista di buoni propositi in grado di farvi sentire capaci e soddisfatte anche se l’impegno durasse poco, ma soprattutto che non preveda l’ennesimo impegno economico per acquistare oggetti nuovi o iscriversi a dei corsi. Ecco tre idee creative prese dal web:

1.       Preparare in casa un alimento che siete solite comprare. Possiamo trovare ricette per cuocere il pane, preparare confetture o qualcosa di più insolito come il dado vegetale, che vi farà sentire brave a lungo dato che dura tre mesi, oppure le merendine per la scuola dei vostri bambini.

2.       Rinnovare un capo del nostro guardaroba. Potrebbe bastare una piccola modifica per cui non serve essere grandi sarte per rinnovare una vecchia T-sirt trasformandola in un capo d’abbigliamento nuovo e tutto vostro.

3.       Regalare ai vostri bambini un gioco nuovo fatto da voi. E’ vero che durante le feste ne hanno ricevuti tanti, ma poterne aggiungere uno senza porsi il problema del prezzo  è davvero gratificante. Riciclando rotoli di carta da cucina esauriti, vecchie scatola e ritagli di carta da pacchi potete realizzare castelli, case delle bambole o un bel garage per le macchinine fai da te.

Per il 2014 mettete nella lista dei buoni propositi l’impegno di darvi una piccola soddisfazione!

Merende per la scuola fatte in casa
Rinnovare una vecchia T-Shirt
Garage per macchinine fai da te

2 pensieri su “Buoni propositi di una mamma

  1. Verdiana

    Io nessun buon proposito ufficiale, ma ho tante idee che se riuscissi a metterne in pratica almeno la metà mi sentirei in pace con me stessa!
    Buon 2014 di realizzazioni!

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google photo

Stai commentando usando il tuo account Google. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...