Archivi categoria: Mamma e lavoro

Planner per mamme con due figli

planner

La gestione di due bambini alla scuola primaria con anche solo uno sport ognuno ma in giorni diversi è sufficiente a richiedere una tabella di marcia per organizzare: borsoni, tute da preparare la sera prima per la lezione di ginnastica, le verifiche per cui ripassare e cosa cucinare per cena. La trovate su Casa & Family Planner.

Annunci

Vita di una Family Planner

family plannerNuova vita da Family Planner. Ho da anni una mania per liste, riesco anche a scrivere liste delle liste (almeno finché qualcuno non mi ferma). Di solito mi prendono in giro per questa mia abitudine: le liste della spesa per me sono niente, io ho liste di idee, di libri da leggere, di post da scrivere, di luoghi da vedere, di lavori di manutenzione da fare in casa, di opzioni di regali (prima ancora che servano, ovviamente) e qualcuna anche molto fantasiosa. Continua a leggere

6 luoghi splendidi in cui fare colazione

colazione

Nei giorni scorsi sono stata invitata alla presentazione di una nuova linea di biscotti. Beh, che dire? mi sentivo autorevole. Espertissima di biscotti. Praticamente un sogno: fare l’assaggiatore di dolci è parimerito nella lista come voler diventare collaudatore di materassi (infatti quando abbiamo dovuto cambiare materasso ho impiegato parecchi mesi, almeno finchè non sono stata scoperta: volevo dormire e basta). Continua a leggere

La creatività è una opportunità di lavoro

opportunita_lavoroSono molti i momenti in cui ci possiamo trovare a cercare idee  per inventare un nuovo lavoro. A volte può servire una entrata extra per le spese di famiglia oppure un progetto da sviluppare per conciliare casa e lavoro, necessità molto comune tra le mamme. Bisogna essere creativi per trovare la soluzione adatta a sé. La creatività non è solo un atteggiamento mentale, in molti casi può essere la risposta stessa per creare nuove opportunità di lavoro. Ecco qualche consiglio per trovare un’idea, svilupparla e trasformarla in attività. Continua a leggere

Rinnovare la cameretta spendendo poco

In queste settimane di saldi troviamo nei negozi molti articoli dedicati alla casa, tanto che la voglia di rinnovare le camere alla fine arriva. A chi non piacerebbe una casa più ordinata e organizzata? Soprattutto se si hanno dei bambini sembra di non avere mai spazio a sufficienza. In più loro crescono così velocemente che in un attimo le decorazioni alle parete sembrano inadeguate, da piccoli. C’è il momento in cui amano un argomento in particolare e vorremmo sceglierlo come stile della camera, ma senza spendere troppo. Come fare? Ho cercato qualche idea e ne è nato questo post che potete leggere su Pianetamamma.

La ricetta per il dado vegetale fatto in casa

dado_vegetale_fatto_in_casa

Sia messo agli atti che il pomodoro in questa fotografia è presente solo perché ha insistito tanto. Lo avevo escluso dagli ingredienti quindi ho ceduto alla richiesta. Oggi vi spiego come faccio in casa il dado granulare. Quanto ci ho messo da quando ho scritto su Facebook che vi avrei spiegato la ricetta? Quattro mesi? E’ andata bene. Credetemi, poteva fare la fine dei racconti delle vacanze.
Di solito faccio il dado granulare in casa due volte l’anno. Dura tre mesi. I conti non vi tornano perché il più delle volte quando l’ho finito mi dimentico di rifarlo, ma tralasciamo pure questi tristi dettagli. In realtà vorrei usare sempre questo, pur non negando che in commercio ce ne siano di buoni e potete risparmiarvi la fatica. Il dado vegetale fatto in casa dà una certa soddisfazione  e vale la pena provarci. L’ultima volta ho esagerato con le dosi e adesso andiamo di zuppe e minestre che è un piacere, quindi essendo molto in voga in casa nostra ho deciso di scrivere la ricetta. Continua a leggere

Buoni propositi di una mamma

buoni_propositi

E’ arrivato il momento dei bilanci e dei buoni propositi. Si guarda indietro verso il 2013 ormai concluso e si tirano le somme. E’ un bilancio: bisogna essere precisi. Calcolate i chili presi durante le feste, sommate i fine settimane in cui avreste voluto dedicarvi alle pulizie senza riuscirci, aggiungete le ricette che avreste voluto provare per sentirvi un cuoco provetto come quelli in televisione, o una mamma quasi perfetta, e per ultimo non dimenticate di segnare il numero di camicie da stirare che rimane costantemente in arretrato. Servirebbe anche aver conservato la lista dei buoni propositi di inizio 2013 per spuntare ogni impegno che vi eravate prese, riportando in fondo alla colonna le mancanze. Tirate la riga e fate la somma. Se il risultato ricorda un po’ troppo la voce critica della suocera o della peggiore delle amiche, avete due possibilità: spostare abilmente tutti i vostri “peccati” del 2013 nella colonna dei buoni propositi per il 2014 e provarci un’altra volta oppure saltare a piedi pari la pratica autolesionistica di stilare bilanci di fine anno. Dopo tutto  se non avete fatto qualcosa ci sarà stato un ottimo motivo!

L’inizio di un nuovo anno non è l’occasione per riscaldare la minestra dell’anno precedente e vedere se diventa saporita. Non siete mai riuscite a fare ginnastica? pazienza! Se lo rimettete tra le promesse del 2014, saltellerete sicuramente fino a metà gennaio, e poi? Cambiate aspirazioni! Date aria nuova alle idee e ai desideri. Compilate una lista di buoni propositi in grado di farvi sentire capaci e soddisfatte anche se l’impegno durasse poco, ma soprattutto che non preveda l’ennesimo impegno economico per acquistare oggetti nuovi o iscriversi a dei corsi. Ecco tre idee creative prese dal web:

1.       Preparare in casa un alimento che siete solite comprare. Possiamo trovare ricette per cuocere il pane, preparare confetture o qualcosa di più insolito come il dado vegetale, che vi farà sentire brave a lungo dato che dura tre mesi, oppure le merendine per la scuola dei vostri bambini.

2.       Rinnovare un capo del nostro guardaroba. Potrebbe bastare una piccola modifica per cui non serve essere grandi sarte per rinnovare una vecchia T-sirt trasformandola in un capo d’abbigliamento nuovo e tutto vostro.

3.       Regalare ai vostri bambini un gioco nuovo fatto da voi. E’ vero che durante le feste ne hanno ricevuti tanti, ma poterne aggiungere uno senza porsi il problema del prezzo  è davvero gratificante. Riciclando rotoli di carta da cucina esauriti, vecchie scatola e ritagli di carta da pacchi potete realizzare castelli, case delle bambole o un bel garage per le macchinine fai da te.

Per il 2014 mettete nella lista dei buoni propositi l’impegno di darvi una piccola soddisfazione!

Merende per la scuola fatte in casa
Rinnovare una vecchia T-Shirt
Garage per macchinine fai da te

La creatività contagiosa delle mamme: come cambia?

mammacheblog_creativo

Quest’estate mi è capitato di leggere un commento in rete in cui si diceva di non continuare a offrire spunti di attività ai bambini, ma di lasciarli liberi di sperimentare. Ci ho riflettuto a lungo. E’ una osservazione che riporta alla domanda frequente: si può insegnare la creatività? Inoltre, come si muove la creatività delle mamme? su cosa si concentra? cambia con la crescita dei figli?

Continua a leggere

Non sempre va bene

sunrise

In questi giorni sono da sola con i bambini. Questa mattina si sono vestiti senza perdere tempo, si sono lavati senza trattare sulle parti che potevano essere ancora pulite ed erano pronti prima del solito orario. Ti trovi a dire: “Grazie” per cose banali, ma perdere tutti i mezzi come ieri non era replicabile.  Continua a leggere

Mamme italiane, attente a non portare i bambini in Francia.

franciaCare mamme,
quest’estate siamo andati per l’ennesima volta in Francia. E’ la seconda da quando abbiamo i bambini e devo assolutamente mettervi in guardia che è un grosso pericolo, soprattutto se i vostri figli hanno più di 4 anni. Non commettete il mio stesso errore. Non portate i bambini in Francia. Continua a leggere